Poligamia a contratto e vichinghi da letto

“Dama ma si può sabere qual è il problema?”, accento spagnolo che istantaneamente mi fa sparire ogni pippa mentale.

“Ma no, niente. È che abbiamo detto che possiamo vedere altre persone però… Boh, in pratica non lo stiamo facendo. Vorrei capire concretamente che succederebbe se vedessi qualcuno”

“Non lo so. Cosa vuoi che ti dica. Vuoi che ti inciti come fai tu, tipo – dai, vai! Scopati a tutti! -… Non ce la faccio. Tu fai quello che vuoi, solo non esagerare. E non me lo dire. Se non lo so non mi interessa. Ma questa cosa di dirci tutto non so come la reggo, magari poi mi farei paranoie. Io ho deciso che mi trasferisco là a gennaio, punto. So che mi ami, sto tranquillo così”

“Ma non so, io preferisco saperlo se succede qualcosa al posto di farmi paranoie quando magari manco c’è bisogno… Con Jorge abbiamo sempre fatto così”

“Con Jorge. Jorge non si stava per trasferire lì né tu stavi per trasferirti a Madrid” – punta di fastidio – “penso fosse diverso, no?”

“Probabilmente, sì”

“Allora facciamo così. Tu non me lo dire, io te lo dico”

– Me sembra Natale –

“Ma l’ultima volta non dicendolo non stava funzionando”

“L’ultima volta ero più insicuro. Magari volevi stare con qualcun altro. Adesso il fatto che mi dici che mi ami, e che so che a gennaio già siamo insieme mi fa stare più tranquillo”.

Quando chiudiamo la chiamata penso al mio vichingo da letto. Mi ricordo esattamente al tatto le sue labbra, i baci taglienti. Ricordo la pelle bianca con le efelidi delle sue spalle sotto le mie dita. Ricordo le sue, di dita, che mi tengono sdraiata e con l’altra mano mi penetrano, manco c’avessero il GPS mi scoprono il punto g cosí bene che mi bagno da morire e mi viene voglia di squirtare.

Soppeso un attimo l’idea del mio vichingo personal trainer e massaggiatore nel letto, quieto come un gattone, dopo l’amore, che fa le fusa come un felino grosso e nordico, di un altra specie.

Di un’altra specie. Poi ricordo tutte le volte che non capisco manco che cazzo mi dice.

E poi tutte le volte che capisco quello che dice ma non mi interessa.

Penso a tutte le volte che si è presentato da me direttamente con lo zaino per rimanere a dormire che io pensavo “oh, jesus”. Mi tocca parlarci pure all’alba. Altre cose che non mi interessa sentire, altre cose che non mi interessa dire.

Col vichingo siamo usciti insieme solo una volta, per una birra. È una caro ragazzo. Solo, non abbiamo niente che ci attragga eccetto la mera fisicità. È un sesso molto strano, perché molto buono, e molto scisso da qualsiasi sentimentalismo. È un sesso tecnico. Il Monti del sesso.

È un po’ come masturbarsi con un toy di lusso, solo che quando hai finito non ci entra nel cassetto, occupa tutta una piazza.

Non ho avuto voglia. Sarà la sveglia alle 6.

O sarà D. Che non solo me lo voglio scopare ma non vedo neanche l’ora conosca i miei (mai successo prima in vita mia). Sarà che penso al sesso con lui e non è solo tecnico, è espressivo: è espressivo di eccitazione, gelosia, amore, voglia d’appartenenza. È comunicativo. È quello che ti prende all’improvviso in un parco nazionale, in macchina sotto la pioggia di montagna, la mattina e ti fa perdere il treno. È quello che anche dopo che è finito rimane amore, e risate, e ancora voglia di starsi vicini.

Io sinceramente ancora non sento che questi siano due mondi che si escludano a vicenda. Cioè non sento che collimino neanche, figurarsi contrapporsi o competere. Ho ovviamente meno necessità di sesso, quando so che ho quello e di più con D. Allo stesso tempo penso anche che, qualora mi svegliassi con la voglia, dovrei rivedere anche il mio vichingo, o chi per lui. E così farò.

Comunque adesso ho una relazione aperta. Aperta solo per me. Con scadenza il dieci gennaio. Io boh.

Annunci

27 comments

  1. romolo giacani · ottobre 26

    Più che dama distratta mi diventi la dama confusa!

    Mi piace

  2. Demonio · ottobre 26

    “È un po’ come masturbarsi con un toy di lusso, solo che quando hai finito non ci entra nel cassetto, occupa tutta una piazza.” … 😀 suggerisco l’uso di una cassapanca!
    Mi fai morire…miii e quanto mi eri mancata!

    Mi piace

  3. Lucy the Wombat · ottobre 26

    Fleabag ❤️

    Mi piace

  4. Fra · ottobre 26

    “Il Monti del sesso”…bellissima, ma cosa vuol dire sesso tecnico?

    Mi piace

    • La dama distratta · ottobre 26

      Sesso tecnicamente ottimo. Hai presente quei musicisti tecnicamente perfetti ma che ci mettono poco di loro, di quello che sentono? Eccolo là :p un virtuosismo. Un asiaticismo da letto 😂

      Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Hehe 😂, però per usare la tua metafora del musicista, se uno è tecnicame te perfetto ma non ci mette passione non riuscirà mai ad emozionare il pubblico…ecco, come fa il monti del sesso se non “ci mette del suo” a farti godere così tanto??

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        Ma come no? Il sesso è anche tecnico. Cioè certi punti, specialmente certi punti che noi donne ci troviamo a malapena da sole, se stimolati, funzionano (minchia se funzionano!).
        Poi no, dai, non direi non c’è passione. Passione c’è. Ma in quanto siamo due esseri passionali a prescindere, non è che lo siamo per via, o per l’altro. Mettiamola così, se ne vogliamo parlare seriamente: emozioni sì, sentimenti zero.

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Te lo chiedevo perché spessp sentp dire a tante “il sesso è tanto mentale’ ” si gode se c’è complicità “, ecc.
        Sul sesso noi uomini siamo più “facili”, mi fa piacere sapere che almeno un po’ vale anche per voi e il vostro tastino “montagne russe” che se premuto è meglio di una giornata a Gardaland !!😂.
        Quello che però non sonomai riuscito a capire bene è dove sia questo tasto…

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        Io penso che il piacere possa essere completamente scisso dal fatto mentale se ci si conosce, non si hanno repressioni culturali, e si ha un partner altrettanto limpido.
        Certo comunque può essere un po’ più “freddo” ma io credo di vere questa sensazione più per il prima e il dopo che per il momento in sé.
        Per il dove trovare questo tasto, io ho trovato su internet un sacco di suggerimenti utili sulla stimolazione del punto g e lo squirting. Non pensavo manco esistessero davvero, ero una cosiddetta scettica… Poi mi sono ricreduta 😂 magari ci faccio il prossimo post😁

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Esatto! si può provare piacere senza provare altro, bisogna essere onesti con se stessi e con l’altro… brava… non lo dicono tutte.

        Sì dai facci il.prossimo post…illuminami 😁

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        Guarda io credo che quelle che non lo dicono, è perché non lo sperimentano. E ci credo che una possa non sperimentarlo, con tutte le pressioni che ci sono sul corpo e sull’apparenza femminili, e con tutte le piccole e grandi morali tramandate di generazione in generazione. Non so poi se possa essere anche una questione di sensibilità personale. A me verrebbe da dire che tutte, in potenza, potremmo provare piacere senza coinvolgimento. Ma chissà! 😄
        Comunque sì, penso proprio lo farò…stay tuned😋

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Si è vero, hai ragione.

        Tornando alla tua storia…e con D.? Perché lui non basta?

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Perché il mio stile è più quello di uno che entra in una stanza buia cercando l’interruttore della luce, che non lo trova ma nell’intento inciampa cade e sibfa male hehehe 😂

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        😂😂😂 se parti con questa convinzione sono sicura che puoi anche inciampare cadendo dopo un doppio carpiato, però. Animo! 😂

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        😂😂 si sí me animo… vives en españa?

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        No, na Inglaterra 🙂

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Ah pensaba que con los jorgues y madrid fossi in spagna

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        Ho solo una gran sintonia con uomini spagnoli 😁. E qua e là sul blog ci sono spezzoni di quando ero a viaggiare nella penisola iberica

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Insomma…subisci il fascino della “S” e della “J” giusto? 😁

        Mi piace

      • La dama distratta · ottobre 26

        Ma in realtà io come lingua preferivo il portoghese, però poi è capitato di conoscere due persone particolarmente importanti entrambe spagnole e adesso sì, mi rincretinisce soprattutto la “c” 😍

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        Giusto, la “c” …dimenticavo 😉

        Mi piace

      • Fra · ottobre 26

        La C è da intenditori hehe

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...