Inghilterra – anno II – atto I

E’ successo che la Dama Distratta s’è scordata di scrivere sul Diario del giorno dopo per un bel po’. E allora ricapitoliamo le ultime puntate.

Sono ancora in Inghilterra. Anzi, ho iniziato questo diario che vivevo in Portogallo e ora è iniziato il mio SECONDO anno in Inghilterra.

Stessa città di N., casa diversa, lavoro diverso, campo diverso. In realtà, da Agosto ad ora, di lavori ne ho cambiati quattro. q.u.a.t.t.r.o. Che un po’ spiega perché fra domande, colloqui, training, lavori in ristorante e licenziamenti io non abbia avuto molto tempo per scrivere.

Ora lavoro in una cittadina universitaria britannica vicina e faccio un tranquillo orario d’ufficio, con mansioni accettabili, che non è entusiasmante, ma dopo le minacce di morte e aggressione dell’ultimo anno suona un po’ come: “riposo”.

Come ho detto ho cambiato anche casa, altri pezzi di cuore di coinquilini sono volati via e in cambio mi ritrovo loro: Polacca, Italiano, un quarantenne Catalanoindipendentistaveganoattivista e una Svitata inglese. L’italiano è un amore, ma per gli altri vale la pena spendere qualche parola.

Polacca è una pazza venticinquenne con degli standard igienici che mi fanno temere riesumerà in casa una qualche malattia debellata. Tiene gli avanzi in frigo per tre mesi, tira fuori dalla sua camera tazze con caffè ammuffito da tre ere geologiche ed è in grado di fare esplosioni nel cesso che manco Fukushima, puntualmente il giorno dopo che io ho pulito il bagno. Tromba col ragazzo scozzese così rumorosamente che tremano le pareti. E a volte ci si mette anche la Svitata Inglese. Che quando mi ci metto anch’io non capisco come sia possibile non venga giù tutta la casa. Insomma. Un allegra magione. Sporca.

Catalano si definisce da sé. Troppo vegano pure per l’altra coinquilina vegana (la Svitata Inglese) è capace di cagare il caz*o durante tutto un pasto per esporre le sue teorie demenziali che uniscono cabala e gnosticismo, psicologia ed esoterismo, il pacifismo più aggressivo mai visto con antivaccinismo e altre assurdità, ma poi se vede un barbone per terra con sangue che gli esce dal capo non si ferma “perché è lui che si è ridotto così”. Catalano compra le verdurine che gli arrivano dallo sfruttamento d’un animale chiamato Sapiens in Argentina e poi blatera di antispecismo, sentendosi la coscienza come quella di Batman perché non ha finanziato qualcuno che raccogliesse uova di gallina in un allevamento familiare di Bari. Vabbeh.

La Svitata Inglese ha ricevuto un pacco per posta qualche giorno fa da un presunto hotel. Io l’ho raccolto dal pavimento pensando: Mah. Un hotel. Quel pacco postale conteneva, come mi ha spiegato con gran sorriso, MDMA che le hanno spedito direttamente dall’Olanda. E questo può bastare. Full stop sul discorso coinquilini.

Passiamo alla situazione Mutande.

Eh, mica facile pure qui. Con D. era iniziata per gioco, che facevamo i tantrici quando ci siamo conosciuti, ma alla vigilia del suo trasferimento in Francia.

Abbiamo continuato per gioco che viaggiavamo insieme, quando lo sono andato a trovare in Spagna. E poi in Francia. E poi di nuovo in Francia. Eppure continuavo a lottare per la mia indipendenza, per avere una relazione aperta, e continuavo a scopare col mio vichingo ad ogni tregua, e a sentire il mio Jorge quasi ogni giorno.

Poi lo sapete come vanno queste cose: una crisi di gelosia di qua, una di là, qualche paranoia sparsa, e si finisce col dire “dai, io ti amo, stiamo insieme, ma solo io e te”. E io ho acconsentito per fragilità, e anche per amore. E poi mi sono tirata indietro di nuovo: no, non ce la faccio ad essere monogama, non è quello che voglio, tanto andrà a finire comunque che io mi vorrò scopare un altro e tu un’altra, allora guardiamo la realtà in faccia dall’inizio, non ci caschiamo.

Abbiamo discusso. Ridiscusso. Scopato. Riscopato. Discusso mentre abbiamo scopato. Abbiamo pensato e ripensato la relazione, un taglia e cuci di opinioni e conciliazioni: “No, a me quella manica emotiva mi sta lunga”, “Fermati che secondo me dobbiamo allargare un bottone”, “Fanculo, dal tuo lato cade meglio”, “Certo che sei un po’ stronza” “Certo che tu mi vuoi fregare”.

Alla fine pensavo che fossimo arrivati a una conciliazione, inventando le regole di una relazione che cadesse a pennello sulle esigenze di entrambi. Senza scendere nel dettaglio, la conclusione suonava più o meno così:

Siamo una coppia aperta, adesso che siamo a distanza.

Se vediamo qualcuno, però, dobbiamo dircelo, così si evitano paranoie quando non ci sono motivi per fare brutti pensieri.

D. si trasferisce comunque da me a Gennaio, anche se io ho voluto la relazione aperta.

MA una volta che D. è qui, e siamo insieme, non c’è più la scusante della distanza e la Dama si impegna a provarci a fare la monogama.

Tutto benissimo. Tutto benissimo, se non fosse che con questa storia che se vediamo qualcuno ce lo dobbiamo dire la Dama preferisce dedicarsi a sessioni d’autoerotismo facile – che almeno non implicano discussioni.

Insomma. M’ha fregato.

HME1-759x500

Mi sono arrovellata su soluzioni possibili. E ho creato la parodistica situazione in cui io spingevo lui a vedere altre donne in modo da recuperare anche la mia autonomia.

“Sì. Sì, tutto bene a lavoro oggi. Tu? Oh, ma sai una cosa? Pensavo, ma perché oggi non ti trombi una bella sbarbina? Come?… No, sul serio. Davvero, io ci tengo alla tua felicità e al benessere della tua prostata. No, davvero, non mi incazzo. No, no, io non ho bisogno di vedere altra gente al momento… Sì è solo che voglio sapere che sei libero. Voglio imparare ad amarti al di là delle libertà del tuo ca**o. No. No. Sul serio. Si deve imparare a far sì che l’amore non sia porre un limite, o possessione, ma sia amore a prescindere. Ah… Ah, non ne hai bisogno? ”

Insomma. M’ha fregato.

Ma che devo fare? E’ sexy, intelligente, viaggia. Lui mi sprona con lo sport e io lo sprono con le pippe mentali. E’ un uomo equilibrato (e-q-u-i-l-i-b-r-a-t-o!) con una spiaccata intelligenza emotiva (m’avevano detto fossero estinti). E c’ha pure la tartaruga. Gli piace l’arte. Leggere. Mi scopa bene. Cu-ci-na!

Fa il minchione, ridiamo tantissimo. E’ spagnolo e parla italiano e inglese benissimo. Ogni tanto io mi sveglio nel cuore della notte, lo sveglio perché mi ricordo che qualcosa che mi ha detto a cena non suonava bene, e gli faccio polemiche femministe a caso, tanto per rompere i coglioni. E discutiamo, lui in spagnolo e io in italiano.

Per la prima volta mi è capitato, per ben due volte di fila, di svegliarmi altre volte perché ridevo, nel sonno, standogli accanto “Dama? Che succede” “Ah, nnngnente, nnnngnente, sto sgnando”.

Non mi molla pure se io ogni due giorni per tre gli dico che voglio avere la libertà di scoparmi altra gente.

Mi ha pure regalato un polpo (storia lunga) e cucinato la paella per il compleanno.

E io non capisco se è Natale. O se è un’inculata pazzesca.

Annunci

6 comments

  1. anice · ottobre 18

    bentornata dama.
    il natale è in genere un’inculata pazzesca, pensalo più come un venticinqueaprile sui prati.

    Piace a 1 persona

  2. Demonio · ottobre 18

    Ma sai che proprio pochi giorni fa mi chiedevo che fine avessi fatto? Bello risentirti anche se in versione monogama!😂
    C’è solo una cosa che non capisco…tu prima non avresti mai scritto ca**o ma avresti tranquillamente scritto cazzo senza porti minimamente il problema (e giustamente anche!), caratteristica tua del resto che mi ha sempre fatto apprezzare la tua persona.Ecoo, questo cazzo non scritto ma lasciato lì ad esser letto da altri mi preoccupa assai!Dama…stai bene?🤔

    Mi piace

    • La dama distratta · ottobre 18

      Ciao demonio!
      Non sono sicura ma credo di averlo scritto più volte nel post (è una parola a cui sono affezionata😂). Comunque l’avrò scritto “cazzo”, poi “ca**o” e adesso ci aggiungo un bel “catzo” e “c.a.z.z.o” così siamo apposto 😂 questo solo per dire che ho scritto velocemente, quindi l’avessi scritto dieci volte probabilmente l’avrei scritto in dieci modi diversi 😂

      Mi piace

      • Demonio · ottobre 18

        Fiuuu mi avevi fatto preoccupare! Per fortuna non è successo nulla!😂😂😂
        E bentornata!

        Mi piace

  3. Lucy the Wombat · ottobre 18

    Con il pacco di MDMA stavo soffocando 😄

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...